...

"Finché il sangue dei figli degli altri varrà meno del sangue dei nostri figli, fin quando il dolore degli altri per la morte dei loro figli, varrà meno del nostro dolore per la morte dei nostri figli, ci sarà sempre qualcuno che potrà organizzare stragi in piazze, banche o stazioni, su treni o su aerei, con bombe o missili, con la certezza di rimanere impunito."

Sandro Marcucci

News

Da admin Il 04/03/2017 09:28
La recente scoperta di una vera e propria rete ‘ndranghetista, che ha cercato di dominare e opprimere la città di Francavilla e il circondario, è l’ultima (in ordine di tempo) dimostrazione che l’Abruzzo “isola felice” (come già scritto mesi fa) esiste solo nelle menti ipocrite di chi non vuol vedere, di chi vuol cullarsi in una pax borghese e disinteressata alle sorti comuni. La realtà dell’Abruzzo è questa da tantissimi anni. Le mafie, come ha scritto il vicepresidente della Commissione parlamentare Antimafia Claudio Fava poco più di un mese fa sul blog “Mafie” curato da Attilio Bolzoni sul sito di Repubblica, vanno cercate in “certi insospettabili consigli d’amministrazione. Nelle logge massoniche coperte. Nelle carriere fulminee di certi oscuri ragionieri. […] Cercate la mafia in prossimità delle parole eleganti e discrete con cui vi spiegano che la mafia è sempre altrove, altre sono le emergenze, ben altro chiede il Paese. Infine, cercatela tra i vivi, non solo nel mesto elenco dei morti”. Una ricerca che...
Da admin Il 13/02/2017 16:41
L’Associazione Antimafie Rita Atria rivendica da sempre, così come indicato nel proprio Statuto nazionale, di essere antifascista. Un ideale e impegno che condivide con coloro che incontra nelle mobilitazioni e nelle lotte nei territori. Così come è accaduto in questi anni con Mirko e tutta la comunità di Zona22 e UallòUallà. Esprimiamo la nostra solidarietà per i fatti denunciati nelle scorse ore.

Comprendiamo lo stato d’animo di Mirko e cosa vive in queste ore. E’ una dinamica che troppe volte in questi anni anche la nostra Associazione, e persone con cui condividiamo percorsi d’impegno sociale e civile, ha visto in azione. Riteniamo quindi doveroso essere solidali e renderci disponibili per qualsiasi gesto concreto di vicinanza possibile nei prossimi giorni e settimane. L’antifascismo è la base della Resistenza e della Costituzione Italiana. L’impegno in difesa della Costituzione, in questi anni troppe volte minacciata per interessi economici, finanziari (basti ricordare che JpMorgan anni fa definì...
Da admin Il 26/01/2017 17:44

Le recenti parole di Claudio Fava, vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia,  sembrano calzare perfettamente anche alla nostra Regione: le mafie ci sono ma si preferisce troppo spesso non vedere, non cercare, girare la testa dall’altro. Per cullarsi nell’inganno dell’isola felice 

Da admin Il 03/10/2016 09:50

Un mese. E’ passato solo un mese. Eppure è tutto caduto nel dimenticatoio, nel silenzio più totale. Nel silenzio complice. Si, complice. Quella complicità borghese e ipocrita di chi non conosce, e non vuol conoscere, nulla di più e di diverso dall’accomodarsi, dall’adattarsi, dall’accettare tutto. Sfoggiando inedite doti canore solo se gli tocchi la sua inerme tranquillità da “materasso di piume”, il suo perbenismo piccoloborghese. E’ passato un mese dalla maxi inchiesta che ha sgominato il clan Ferrazzo, che per la terza volta ha spazzato via una cosca piantata e radicata nel vastese. Pasqualone, Cozzolino, Ferrazzo. Senza dimenticarsi le tante inchieste sui sodali del principale clan di MafiaCapitale. La responsabilità penale è personale e nessuno è colpevole fino alla condanna nel terzo grado di giudizio. E questa è materia per giudici e tribunali. Ma ci sono dati, atti e fatti ben precisi che imporrebbero analisi, riflessioni. Di muoversi una volta per tutte e smetterla con la retorica di un giorno per poi esercitare l’arte delle 3 scimmiette tutto l’anno. Adesso, al netto della cronaca, tutto tace.

 

Da admin Il 20/09/2016 13:45

 

Grande enfasi ha accompagnato nei giorni scorsi la notizia dell’uscita ufficiale dell’Abruzzo dal commissariamento sulla sanità post-sanitopoli. Dall’attuale alla precedente maggioranza quasi una corsa ad accreditarsi i meriti dell’uscita da quello che è stato definito un tunnel. Ma per i cittadini, i malati, i meno abbienti di questa Regione purtroppo non c’è nulla da festeggiare. Perché per loro dal tunnel non c’è nessun uscita, ieri, oggi, e ancora domani e in futuro resta un calvario infinito, un peso enorme quotidiano.

Da admin Il 23/05/2016 08:17


Martedì 24 Maggio Arci e Associazione Antimafie Rita Atria organizzano la presentazione del libro "Eucaristia mafiosa" di Salvo Ognibene, edito da Navarra Editore, alla presenza dell'autore. L’appuntamento è alle ore 21 presso la sede dell’Arci di Vasto in Corso Plebiscito 77 (di fronte al Teatro Rossetti).



“Eucaristia mafiosa” affronta la questione del rapporto tra mafia e Chiesa cattolica. Un rapporto caratterizzato per lungo tempo da silenzi, mancate condanne, e nei peggiori casi da false testimonianze, interrotto a tratti da rari moniti di alti prelati, dall’impegno di pochi ecclesiastici e da alcune tristi morti, come quelle di padre Pino Puglisi e di don Peppe Diana. Percorrendo una linea di ricerca già segnata da due grandi studiosi, Nicola Gratteri e Antonio Nicaso, L’eucaristia mafiosa prende le mosse da cenni storici su questo controverso rapporto, per poi approfondire alcune dinamiche: la presenza della criminalità nella gestione delle processioni religiose; i funerali in...
Da admin Il 18/05/2016 22:19


La dinamica dello sgombero del mercatino dei senegalesi a Pescara ha suscitato alcuni interrogativi che abbiamo riportato nel nostro precedente comunicato (che rialleghiamo a questo nuovo comunicato) . Le serali dichiarazioni alla stampa, in cui l’area di risulta è stata paragonata a Scampia, con tanto di “vedette”, e si è esplicitamente fatto riferimento ad “ombre” della camorra, al “principale snodo della contraffazione del Sud Italia” e addirittura di “prostituzione maschile” inquieta. E rende gli interrogativi ancora più ineludibili e pesanti.



-        Davanti alla fine di una “soluzione provvisoria” che la stessa politica cittadina aveva individuato, abbiamo scritto  che “la politica dovrebbe interrogarsi su se stessa e fare una profondissima autocritica, di cui non si vede traccia alcuna in queste ore”. Quanto dichiarato alla stampa porta alla conclusione che non ci troviamo solo di fronte alla fine di una “soluzione provvisoria” che non ha risolto nulla, ma a qualcosa di molto più grave. Fare autocritica, interrogarsi su se stessa e ammettere la reale dimensione di quanto deciso è adesso ancora più indispensabile, necessario, non accantonabile. E tutto questo deve portare a precise assunzioni di responsabilità, con le massime conseguenze possibili. La comunità senegalese sta pagando il prezzo più alto possibile, gli unici finora…

...
Da admin Il 18/05/2016 15:30


L’imponente blitz di questa notte, con il quale è stato sgomberato il mercatino dei senegalesi a Pescara, con un dispiegamento di uomini e mezzi a dir poco mastodontico (i cui costi, dalla trasferta dei reparti giunti da Napoli e Bari agli straordinari di operai e vigili di Pescara, sono a carico della collettività) suscita profonda amarezza e molta perplessità. Non aggiungiamo nulla alle prese di posizione già prese in questi anni, dai sit in di solidarietà al comunicato dell’estate scorsa nel quale abbiamo fatto riferimento anche allo sgombero annunciato nei caldi giorni del ferragosto (di un’estate che moltissimi pescaresi ricorderanno per la questione, ancora oggi d’attualità, della “salute” del mare…). Quanto accaduto non si può liquidare, secondo la nostra associazione, come una mera questione di legalità e di ordine pubblico. Ci sono interrogativi, politici e sociali, che non possiamo tacere:



-        Come è possibile che ci fosse chi sapeva già (tanto da essersi preparato ad una...
Da admin Il 06/05/2016 14:57

“Chi lascia fare e s’accontenta, è già un fascista". (Cesare Pavese, da La casa in collina)

 

Da admin Il 12/02/2016 22:16

 

Tantissimi episodi legati ad incendi dal 2009 (ne abbiamo contati oltre una settantina), alcuni sono legati a motivi personali o possibili frodi assicurative. Gli altri? Crediamo sia doveroso riflettere su questi dati 

Da admin Il 10/02/2016 14:48
80 tonnellate di rifiuti pericolosi rinvenuti in due capannoni nel nucleo industriale di Avezzano e a Luco dei Marsi. La scoperta di un maxi traffico di rifiuti, provenienti da varie regioni e il cui approdo finale era la Marsica, conquistò la cronaca regionale nel gennaio 2015. E’ passato poco più di un anno e la cronaca viene nuovamente conquistata da una immensa discarica, 40 ettari, 20 volte il Colosseo, in località Cese San Marcello a Celano. In mezzo il terribile incendio che nell’estate scorsa colpì la discarica abusiva di Colle Sant’Antonio a Chieti.

Gomorra, Terra dei Fuochi sono ormai entrati prepotentemente nella cronaca di questa regione. Lo abbiamo ripetutamente ricordato anche nel 2015, la Terra dei Fuochi è anche qui. L’Abruzzo è stato al centro di traffici e rotte e tantissimi sono gli angoli della Regione dove sono stati stoccati, e anche interrati, immense quantità di rifiuti di ogni tipo. “La regione è stata, inoltre, al centro di indagini su traffici illeciti di rifiuti nei quali sono...
Da admin Il 01/12/2015 14:54

La morte della figlia di Felice Maniero, di cui si è tornato a parlare, e altre recenti notizie dovrebbero imporre di far luce su tanti aspetti dell’Abruzzo

Da admin Il 12/11/2015 23:34

Inaccettabile il balletto politico su un Parco che attende da 14 anni (record mondiale) mentre procede come una locomotiva Ombrina Mare

Da admin Il 29/10/2015 23:31
Il Movimento Nonviolento, PeaceLink, il Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo e l’Associazione Antimafie Rita Atria lanciano per il 4 novembre l'iniziativa "Ogni vittima ha il volto di Abele", affinché in ogni città si svolgano commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre.
Da admin Il 15/10/2015 14:16
"La ritorsione delle squadre terroriste dei ribelli potrà essere rivolta contro coloro che non sono intervenuti. E qui l'Europa e l'Italia che fingono di non essere interessate alla questione militare si trovano in prima linea […] Un altro obiettivo "pagante" si trova a pochi chilometri da Sigonella, nell'area protetta della sughereta di Niscemi, dove gli americani stanno installando una delle quattro basi terrestri del Muos: il sistema globale di trasmissione satellitare di dati per il comando dei mezzi militari nel mondo" (Gen Fabio Mini)
Da admin Il 20/05/2015 15:40

 

“L’ambiente non perdona mai, se lo rovineremo, rovinerà noi”. Anche con questo spirito il 23 maggio saremo a Lanciano a manifestare contro le trivellazioni in Abruzzo e in tutto l’Adriatico.  

 

Da admin Il 28/04/2015 15:14
 

La disinvoltura con cui in alcuni articoli giornalistici si cerca di sottolineare supposti privilegi di migranti non aiuta affatto a comprendere la portata del problema migratorio, mentre contribuisce a far crescere un rigurgito xenofobo, di odio nei confronti dei migranti, additati sciaguratamente da alcuni come un nemico da respingere, come coloro che rappresenterebbero una minaccia agli italiani a cui “ruberebbero” soldi, lavoro e diritti. Non è così!



Sottolineare, come recentemente è stato fatto, l’accoglienza in un albergo senza tenere conto che accanto a questa condizione esistono normalmente casi di detenzione in CIE, di luoghi angusti, insalubri, pessimi, di condizioni disumane, di schiavismo, di violenze e botte, va esattamente in quella sciagurata direzione. È lunghissima la lista di violazioni, abusi, soprusi, violenze denunciate e documentate. Film come “Mare Nostrum” e “Schiavi” del regista RAI Stefano Mencherini o “Come un uomo sulla terra” descrivono situazioni disumane,...
Da admin Il 14/04/2015 22:06
Quel che sostiene la recente iniziativa contro i rifugiati politici, avvenuta anche a Vasto e Ortona, non corrisponde a quello che quotidianamente vivono migliaia di migranti
Da admin Il 05/03/2015 21:39

 

E’ morto recentemente Carmine Schiavone, il “pentito” della Terra dei Fuochi. Ben 12 sono le pagine che si possono riempire solo con quanto la Commissione Parlamentare che l’audì negli Anni Novanta scrive dell’Abruzzo, delineando anche il quadro dei traffici e degli sversamenti di rifiuti della camorra nella Regione. Passano gli anni ma di questo non sembra essercene conoscenza e conoscenza nella nostra Regione. Intanto la Relazione annuale della Procura Nazionale Antimafia delinea una Regione dove prostituzione, lavoro nero, traffici di droghe sono pesantemente attivi. 

Da admin Il 27/01/2015 17:14

 

Sabato scorso è stato inaugurato l’anno giudiziario a L’Aquila. E’ stata citata Vasto come “territorio a rischio”. Nelle stesse ore, davanti a centinaia di studenti, ad un convegno è intervenuta la Presidenza della Commissione Antimafia. Toccati molti argomenti nazionali ma ...

Da admin Il 27/01/2015 17:10

 

Scoperto traffico di rifiuti pericolosi che, dalle regioni meridionali, raggiungeva l'Abruzzo per essere nascosto in enormi capannoni e interrato 

Da admin Il 28/10/2014 18:33
Il Movimento Nonviolento, PeaceLink, il Centro di ricerca per la pace e i diritti umani di Viterbo e l’Associazione Antimafie Rita Atria, propongono per il 4 novembre la campagna "Ogni vittima ha il volto di Abele", affinché in ogni città si svolgano commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre.
Da admin Il 26/09/2014 14:58

 

Questo territorio ha già dato dal punto di vista ambientale. Nessuna contrapposizione tra Cupello e Sulmona: il no è lo stesso

 

 

 

Da admin Il 13/09/2014 12:27
 

7 capodogli che si arenano su una spiaggia, arrivando alcuni anche a morire ed altri ad avere fortissime difficoltà a riprendere il mare, sono una catastrofe ecologica di notevole portata. La mobilitazione di oltre 150 cittadini che, accanto ad associazioni, istituzioni, enti scientifici, si sono prodigati per ore ad aiutare i capodogli è stata una commovente espressione di sensibilità e impegno civile. La commozione di un momento, passata l’emergenza immediata, ora deve lasciare spazio alla consapevolezza e ad un impegno verso le possibili cause.  Il Presidente del Centro Studi Cetacei Onlus di Pescara Vincenzo Olivieri è stato netto e preciso: “il disorientamento che porta i cetacei a spiaggiarsi solitamente è dovuto a diversi fattori tra cui sicuramente l’uso in zona di sonar militari e le ricerche petrolifere” aggiungendo subito dopo in un’intervista che non crede sia possibile per i 7 capodogli arenati a Vasto la prima ipotesi. E’ disponibile anche sul web una numerosa documentazione che acclara quest’affermazione. Cercando sul più noto e diffuso motore di ricerca su internet questi sono solo alcuni dei primi risultati:

...
Da admin Il 17/08/2014 17:01
 

Sono ormai passati oltre due settimane dall'atto vandalico che ha devastato il Centro Visite della Riserva Naturale Regionale “Lecceta di Torino di Sangro”. Un episodio gravissimo che appare ormai sorpassato dall’avanzare della cronaca.  Non è giusto che sia così, non può calare il silenzio su un atto a tratti inquietante. E’ necessario mantenere alta l’attenzione e porsi come argini civili e sociali ad atti che colpiscono e devastano tutta la comunità. Si torna ad esprimere massima solidarietà e sostegno al Direttore della Riserva Andrea Rosario Natale e alla Cooperativa Terracoste, che quotidianamente curano, difendono e tutelano un preziosissimo angolo di paradiso come la Lecceta. L'atto vandalico non si può derubricare a semplice furto: le modalità in cui è avvenuto, l’oggetto a forma di tartaruga (la tartaruga Testudo Hermanni è il simbolo della Lecceta) a cui è stata mozzata la testa lasciato all’ingresso che evoca intimidazioni in stile mafioso, il precedente del dicembre scorso del taglio dei 29 ulivi allo stesso Andrea, altro altri atti avvenuti negli anni scorsi (a partire dai pneumatici tagliati alle auto di alcuni operatori) fanno pensare a ben altro. Lo stesso biglietto lasciato all’ingresso del Centro Visite, e che sembra aver colpito l’immaginario di tanti, non appare il gesto di un ladro “gentiluomo” che vuol chiedere scusa, quasi ferito lui dal gesto appena commesso. Un’interpretazione che non sembra accettabile, per il luogo, perché in quel remoto caso non si aveva nessuna necessità di rompere il vetro dopo aver aperto la porta, non si mozza la testa ad una tartaruga di legno, non si agisce con organizzazione e con quelle modalità, non si getta a terra materiale informativo e gadget collocati lì dove certo non ci possono essere denaro o oggetti preziosi in oro. Nella migliore delle ipotesi chi ha lasciato quel biglietto voleva solo irridere sprezzante.  

...
Da admin Il 16/08/2014 15:32

di Simona Secci

Un ventennale dedicato a Simona Scibilia, fin dagli inizi nell'Associazione, “era la piccola del gruppo” , il cui sorriso aperto, sincero, allegro, che portava con sé ovunque, regalandolo agli altri, è prematuramente scomparso, «ci ha sempre accompagnato in tutto... ci piace pensare che lei comunque sia qui tra noi e che ci si sostenga come sempre ha fatto e lo faceva in una maniera speciale per darti sempre una parola di conforto », ricorda la Presidente Santina Latella, co-fondatrice con Nadia Furnari dell'Associazione.

Da admin Il 22/07/2014 09:38

 

Esistono numerosissime inchieste, processi, sentenze, interrogazioni parlamentari ed addirittura le relazioni di due commissioni parlamentari che documentano presenze mafiose ben prima del 6 Aprile 2009. E il post-terremoto e la ricostruzione non sono riducibili a schermaglie dialettiche tra chi, in realtà, condivide le responsabilità …

 

Da admin Il 10/07/2014 16:12
Per la seconda volta in meno di un anno un nuovo gravissimo incidente in uno stabilimento inserito nell'Inventario Nazionale degli Stabilimenti a Rischio Industriale
Da admin Il 27/06/2014 09:35
Il 3 Agosto 2005 si chiedeva in un articolo su PeaceLink “E se fosse già possibile?”. La sentenza del tribunale di Grosseto dell’aprile scorso 9 anni dopo risponde di si. Questa sentenza e i recenti orientamenti di sempre maggiori comuni sono l’inizio di una vera e propria possibile rivoluzione: i diritti per tutti e tutte già esistono e vanno rispettati…
Da admin Il 07/05/2014 09:14
 L’unica vera memoria rispettosa è il denunciare e contrastare i meccanismi della politica dei grigi palazzi, che quotidianamente difende lobby particolari, e contrastare devastazioni, speculazioni, i più deboli e indifesi.



L’anno scorso la frase “Peppino Impastato siamo noi, nessuno si senta escluso” si attirò gli strali di una collaboratrice di un settimanale di proprietà di uno dei primi tesserati del maggior partito al governo di questo Paese. Fermandosi probabilmente al titolo (riportato tra l’altro in maniera non del tutto corretta, e non rispondendo successivamente a qualsiasi tentativo di contatto), scrisse che un’affermazione del genere poteva essere stata fatta solo da un folle o da chi non capisce nulla (in realtà usò un termine più oxfordiano, ma volutamente ho deciso...
Da admin Il 14/04/2014 17:18
Vittorio ArrigoniCi sono guerre che fanno rumore e altre che invece annegano nel silenzio. Ma non sono le bombe e i proiettili e fare la differenza tra le due, bensì l’indifferenza. A noi, che viviamo sicuri nelle nostre tiepide case, il rumore assordante della guerra arriva in differita nel telegiornale. Basta premere il pulsante e stop, silenzio. Pace. Chiaramente così non è, tuttavia questa comoda illusione regge bene il gioco alla nostra voglia di tranquillità. Eppure ci sono guerre che non hanno neanche quel veloce passaggio nel palinsesto e appaiono come nomi esotici che un giorno si leggeranno nei libri di storia. Il decennale conflitto israeliano palestinese ha subito il destino del silenzio e si avvia inesorabilmente verso quello dell’oblio mediatico. Qualcuno provò con tutte le sue forze a costruire un ponte di parole tra Gaza e l’Italia, per non darla vinta al disinteresse. Quel qualcuno era Vittorio Arrigoni e doverne parlare al passato è un triste pegno da pagare al suo ricordo. Vittorio fu sequestrato e in seguito ucciso nell’aprile di tre anni fa a Gaza. Le indagini hanno individuato in un gruppo di terroristi salafiti i responsabili, condannandoli all’ergastolo. Sulla sua morte si potrebbero scrivere decine di pagine, ipotizzare mandanti diversi, sospettare depistaggi, polemizzare sulla mancanza di autorità italiane ai suoi funerali. Ipotesi, possibilità, incertezze, parole vuote. Ma in questi giorni primaverili, di rinascita e perdono cristiano, è preferibile ricordare la vita di Vittorio e le parole piene che lui scrisse.
Da admin Il 10/03/2014 10:54

Cosche locali, intimidazioni, spaccio, riciclaggio, traffici di rifiuti le mafie sono presenti nella Regione dal “verde sempre più sbiadito”, si finanziano e ripuliscono fondi ...

Da admin Il 08/01/2014 16:01
 

Ancora una volta le abruzzesi e gli abruzzesi si trovano di fronte ad un amarissimo risveglio: nuove notizie di arresti, ancora nuove accuse di corruzione a esponenti delle Istituzioni. Non se ne può più! Non è possibile proseguire, in una successione che appare quasi infinita, a dover “aggiornare” la lista di reati e accusati. Tutto questo mentre, come ripetutamente denunciano movimenti, comitati, associazioni ed è sotto gli occhi di tutti e tutte, la ricostruzione de L’Aquila rimane ingabbiata in speranze che non riescono a far diventare certezze. Se le accuse di questa mattina verranno confermate nelle sedi opportune, il quadro è sconcertante. Le accuse degli inquirenti accusano ancora una volta chi dovrebbe esercitare la nobile arte della Politica di essersi piegato e subordinato a interessi di pochi a danno della collettività. E’ il filo rosso che unisce tutte le vicende giudiziarie degli ultimi anni. Son sempre riscritture dello stesso scenario: fiumi e fiumi di denaro che intrecciano interessi predatori di alcuni e la gestione di quella che dovrebbe essere la cosa pubblica. Tutto questo mentre le cittadine e i cittadini soffrono le conseguenze delle alluvioni, delle inefficienze dello Stato e degli Enti Pubblici, mentre L’Aquila non vede ancora un futuro. Siamo ormai prossimi al quinto anniversario dal terribile sisma. Ancor di più dopo gli arresti di questa mattina, è sacrosanto tornare a chiedere che si avvii la ricostruzione, che L’Aquila sia interamente ricostruita e restituita alla cittadinanza, che i diritti di chi continua a vivere e a subire la tragedia di quella notte siano definitivamente riconosciuti.

...
Da admin Il 03/01/2014 17:30
 

Due tentativi di avere minori tutele del Parco Regionale Sirente-Velino, Parco Nazionale della Costa Teatina fermo, mega cava a Bussi…



  Offensive e denigratorie le illazioni contro l’Assessore di Fossacesia Andrea Natale, “colpevole” per alcuni di credere nel Parco Nazionale della Costa Teatina e vittima di un gravissimo atto intimidatorio in “stile mafioso”



 



L’Abruzzo ha vissuto un inizio di Dicembre drammatico: dopo la nevicata e le prime piogge delle due settimane precedenti, una vera e propria alluvione ne ha colpito le coste. Moltissime persone evacuate, interi comuni isolati, strade bloccate, milioni di euro di danni. L’8 novembre 2011, dopo i terribili eventi liguri, abbiamo intitolato un dossier “Liguria, una cartolina anche per l’Abruzzo”. Quella cartolina è giunta a destinazione due anni dopo, senza che nulla nel frattempo sia cambiato, ma non è stata letta. Subito dopo l’alluvione di inizio Dicembre, un vasto fronte di associazioni e movimenti...
Da admin Il 20/12/2013 13:12
 

Domenica 15 Dicembre 2013 l'Assessore all'Ambiente del Comune di Fossacesia Andrea Rosario Natale (PRC - CambiAMO Fossacesia) scopre che nel campo di proprietà della sua famiglia sono stati barbaramente tagliati 29 piante di ulivo. Un chiaro gesto intimidatorio contro un'appassionato attivista ambientalista e un amministratore da sempre impegnato per la difesa del territorio, per la nascita del Parco Nazionale della Costa Teatina e per i Beni Comuni.



Il Forum Acqua e l'Abruzzo Social Forum, mentre si rendono disponibili a qualsiasi iniziativa di lotta e di impegno comune, esprimono la piena solidarietà, umana e politica ad Andrea ed alla sua famiglia. Nella risposta-proposta di Andrea sta il senso ed il futuro delle nostre lotte per ridare voce e vita a questo nostro martoriato ed amato territorio ed a chi ci vive. Un pensiero va anche agli ulivi ed al popolo di Palestina che gli occupanti vogliono sradicare. E come ci ricordano sempre i nostri amici e compagni indigeni maya: "HANNO...
Da admin Il 13/12/2013 00:07
 

Accogliamo con soddisfazione e in maniera positiva la piena assoluzione dei manifestanti che nel luglio 2011 hanno protestato a Roma chiedendo una vera, reale e immediata ricostruzione de L’Aquila e dei Comuni colpiti dal terremoto del 6 Aprile 2009. “Il fatto non sussiste” è scritto nella sentenza, a Roma non ci fu la calata di barbari e devastatori (come, anche in Abruzzo, qualcuno affermò in quelle ore) ma l’esspressione di una democratica e civile indignazione di chi, dopo aver vissuto il dramma e il lutto vedeva (e vede tutt’ora) un futuro incerto, ingabbiato in speranze tradite e in una ricostruzione che tarda a concretizzarsi. Perché anche la ricostruzione, la rinascita de L’Aquila, non sussiste ancora.



Nel luglio di quest’anno dichiarò in un’intervista rilasciata al mensile Casablanca Lilli Centofanti, sorella di Davide (uno dei ragazzi morti nel crollo della Casa dello Studente) “Dopo il terremoto ci siamo ritrovati a L'Aquila, uniti nel dolore e nel cercare di capire. E anche...
Da admin Il 11/12/2013 15:18
 

Il 10 dicembre si celebra in tutto il mondo la Giornata dei Diritti Umani. E’ la giornata in cui, al di là di celebrazioni stantie e spesso altamente retoriche, si dovrebbe rimettere al centro l’umanità e i diritti imprenscindibili di ogni essere umano. Ci ritroviamo invece a denunciare e commentare l’ennesima aggressione omofoba in Abruzzo. Ringraziamo l’Associazione Jonathan per aver dato voce alla denuncia di un ragazzo, vittima di un pestaggio dopo settimane di minacce e intimidazioni. A nulla servono le celebrazioni, le ricorrenze, le retoriche fin quando la realtà quotidiana continuerà a raccontarci episodi come questo. Esprimiamo profonda indignazione e sdegno per questo episodio e uniamo la nostra voce a quella dell’Associazione Jonathan, ai tantissimi e tantissime che sono scesi in piazza nelle scorse settimane per ricordare l’assassinio senza ancora nessuna giustizia di Emanuela e di Maurizio Acerbo, che torna a chiedere che il sindaco di Pescara dia finalmente seguito alla mozione approvata...
Da admin Il 06/12/2013 15:29
 



In Abruzzo una superficie pari a 85.000 campi di calcio (51.800 ettari) è urbanizzata. Dati e numeri ISTAT 2011 elaborati da Legambiente evidenziano lo stato critico dell’uso del suolo in Abruzzo. La media regionale di cementificazione è del 4,74%, con un tasso di crescita del 9% negli ultimi dieci anni, superiore alla Lombardia (8%) e al Veneto (7,3%). La più urbanizzata risulta la provincia di Pescara con il 7% del territorio interessato e un totale di 8.600 ettari; seguono la provincia di Teramo con il 6,10% (11.900 ha), la provincia di Chieti con il 5,88% (15.200 ha); e chiude la provincia dell’Aquila con il 3,08% (15.500 ha). Tra i Comuni capoluogo, maglia nera al Comune di Pescara, con una superficie urbanizzata pari al 77,36%. Il Comune di Chieti è al 26,68%, il Comune di Teramo all’8,82% e il Comune dell’Aquila il 7,99%. Malissimo i comuni costieri: il 35,07% di costa pescarese è urbanizzata, la costa teramana per il 24,29% e la chietina per il 13,40%.



La fascia costiera...
Da admin Il 26/11/2013 16:34
 

Un elenco. Un lungo, interminabile elenco di nomi.

Ma quello non è un elenco come tutti gli altri, perché è un elenco di morte. E quei nomi, sono tutti nomi di donna.

Andando a leggere la vita che c’era dietro quel nome trovi la donna delle pulizie, la cassiera, la dottoressa, la prostituta. Trovi bambine, ragazze, anziane. La violenza di genere è una livella infallibile, non fa distinzioni di condizione sociale o età, l’unica certezza è che la vittima sarà una donna.

La violenza sulle donne è un argomento talmente complesso e ampio che una qualsiasi analisi risulterebbe inadeguata. Eppure occorre, seppur con dolore, immergersi in quelle storie e capire come possa un uomo arrivare ad uccidere una donna in quanto tale.

La mia personale e inadeguata analisi del fenomeno si basa su un approccio di tipo darwiniano. Una primordiale sensazione di superiorità maschile, giustificata dalla innegabile maggiore forza fisica, può portare ad un pericoloso rapporto fra predatore e preda....
Da admin Il 21/11/2013 10:57
 

L’Associazione Antimafie Rita Atria e PeaceLink Abruzzo esprimono il proprio apprezzamento e condivisione per la fiaccolata tenutasi ieri a Pescara organizzata dai circoli Arcigay in ricordo di Emanuela Di Cesare, brutalmente assassinata nel 2007 e di cui mai è stato individuato l’assassino. Sulla morte di Emanuela rapido scese l’oblio, e in questi anni per lei non ci sono state trasmissioni televisive, non c’è stata alcuna ribalta nazionale. Nulla di nulla. Emanuela è stata considerata una persona di serie B, non degna dell’indignazione e di attenzione. Nel nostro piccolo noi non l’abbiamo mai dimenticata. E varie volte siamo tornati a ricordarla in questi anni. A ricordare lei e l’indegno comportamento di chi non seppe, o non volle, rispettarla. Fortissimo fu il grido di dolore di Mirella Izzo, presidente di Crisalide AzioneTrans Onlus, nel 2007: Emanuela non fu uccisa solo dal suo assassino, ma anche dallo stigma sociale, dai media e da tutti coloro che non rispettarono minimamente la sua umanità e...
Da admin Il 15/10/2013 14:50

Io non credo nei confini, nelle barriere, nelle bandiere. Credo che apparteniamo tutti, indipendentemente dalle latitudini e dalle longitudini, alla stessa famiglia, che è la famiglia umana.(Vittorio Vik Utopia Arrigoni) 

L’antirazzismo, la solidarietà e l’internazionalismo camminino sulle nostre gambe


Da admin Il 07/10/2013 10:10
 

La stampa, sia nazionale che locale, ha recentemente riportato la notizia di alcuni bambini a cui, dopo un’iniziale accettazione, è stata rifiutata l’iscrizione all’asilo nido di Casoli perché le iscrizioni avevano raggiunto nel frattempo il numero massimo consentito. Questa notizia conferma ancora una volta il vero e proprio massacro sociale perpetrato dal Governo Italiano negli ultimi anni in nome del “pareggio di bilancio”, della “tenuta dei conti” e di tutte le altre apparenze nominative dietro cui si nasconde sempre lo stesso diktat ideologico: il trionfo della finanza e dell’economia sui diritti delle persone. Casa Pound Lanciano, tenendo fede alla propria essenza di “fascisti del terzo millennio” (come adorano farsi chiamare), ha tentato di sfruttare la notizia per attaccare i migranti presenti nel nostro territorio e per scatenare una sorta di “guerra identitaria” e “nazionalista”. Secondo i locali ammiratori del Duce, la colpa sarebbe di un trattamento di favore riservato ai migranti rispetto...
Da admin Il 31/08/2013 14:05
Menzogne, mezze verità, fatti manipolati, carneficina di civili. Mentre il mondo attende il passaggio in Siria dalla guerra per procura all’attacco diretto USA, i media proseguono la loro opera di disinformazione, distrazione, manipolazione di massa...



I tamburi dei signori della guerra rullano sul destino della Siria. Mentre sullo schermo di un pc in Italia quest’articolo sta prendendo forma, mentre miliardi di persone nel mondo stanno proseguendo (lì dove la miseria, l’impoverimento, le guerre e i tantissimi altri frutti della barbarie umana lo permettono) la loro vita quotidiana, nelle loro chiuse stanze i Signori della Guerra stanno elaborando strategie, meditando azioni belliche, disegnando traccianti e segnando punti sulle mappe. Discutono di numeri, bombe, aerei, su una mappa che appare la pista del monopoli o un plastico di Bruno Vespa. Ma non è così. Perché sotto quei punti, dietro quegli asettici numeri, son nascosti la vita e il destino di migliaia, forse milioni, di persone. La prima...
Da admin Il 17/08/2013 11:13
Un anno fa il centro sociale fu minacciato di sgombero. E' stato un anno intenso, di lotta, cultura, vita sociale. Alla minaccia si è risposti con la poesia dei fatti

La bellezza e la poesia ci accompagnano quotidianamente. Spesso ignorate e cancellate, ma esistono e cercano faticosamente di farsi spazio. La costa teatina è uno scrigno immenso di questa bellezza, lì dove sono dipinti angoli colorati che commuovono l'animo. Ma è una bellezza purtroppo minacciata, ingabbiata da una feroce speculazione edilizia, dall'incuria e dal vandalismo. Venerdì 25 novembre 2005 per l'ultima volta i treni passarono sullo storico tracciato costiero. Dopo anni e anni di attesa quel tracciato fu abbandonato, pronto per veder sorgere la "Via Verde", un progetto con l'ambizioso obiettivo di partecipare alla valorizzazione della poesia e della bellezza della costa teatina. Gli anni stanno passando, ma la "Via Verde" rimane ancora un sogno lontano. Attraversare l'ex tracciato è un colpo al cuore, un triste paesaggio (intervallato...
Da admin Il 16/08/2013 17:02
Le ultime settimane sono state drammatiche per la Costa Teatina, con immensi roghi che hanno colpito al cuore alcuni dei suoi angoli più belli. Mettendo a rischio migliaia di persone. Domenica e Lunedì un vasto incendio ha minacciato i Comuni di Casalbordino e Scerni con un'enorme nube di cenere che è arrivata a chilometri e chilometri dal luogo del rogo. Un incendio di quelle proporzioni non fa pensare ad un incidente o ad una distrazione. E soprattuttonon può ri-esplodere in piena notte, violento come appena scoppiato. La staffetta del terrore è proseguita con "Costa di Chieti" a Lanciano, altri due giorni di fuoco e fiamme che hanno devastato un angolo bellissimo e suggestivo, al quale moltissimi hanno legato i ricordi più belli della loro infanzia e adolescenza. Il mercoledì la follia criminale ha completato la sua corsa ad Ortona. Un incendio visibile persino da Pescara(distante decine e decine di chilometri) ha devastato la bellissima Riserva Naturale Regionale Ripari di Giobbe. Una Riserva rimasta in questi...
Da admin Il 23/07/2013 19:28
In Abruzzo non si fa in tempo a chiudere una vicenda giudiziaria che subito se ne apre un'altra: nei giorni in cui l'attenzione era rivolta verso la conclusione del processo "Sanitopoli" un nuovo ciclone giudiziario ha investito ACA, Ater Chieti e persino un colonello dell'esercito. Una successione che dura ininterrotta da anni e che fa apparire l'Abruzzo quasi come un novello Dumas padre, capace di scrivere svariati libri contemporaneamente grazie ad una schiera di collaboratori a cui, dopo aver elaborato la trama, affidava la stesura dei singoli capitoli dei suoi libri.
Da admin Il 18/07/2013 09:23
Il noto fotografo dopo gli insulti dei giorni scorsi se ne stia a casa. L'Aquila non ha bisogno di passerelle ma pretende  rispetto
Da admin Il 22/06/2013 10:56
Ci s'indigna per il "Don Panino" viennese ma si tace per il Padrino ostentato in Italia, si denunciano le violenze all'estero ma si tace la repressione italica. Tacere o parlare è la convenienza di un momento, lacrime a comando e ipocrisia quotidiana...
Da admin Il 11/06/2013 09:43
Opponiamoci ad ogni omo-lesbo-trans-fobia e fascismo. In Francia e in Italia

Il 5 giugno scorso a Parigi Clement Mèric è stato aggredito da quattro nazifascisti, probabilmente appartenenti al movimento fascista JNR (Jeune nationaliste revolutionnaire). L'aggressione è costato la vita a Clement La notizia ha avuto ampio risalto su televisioni e giornali italiani che si sono però ben guardati dal ricordare che Clement era anche un attivista per i diritti delle persone GLBT. Il suo assassinio è conseguenza del clima d'odio in questi mesi fomentato dall'estrema destra, clericale e fascista, che si oppone alla legge recentemente approvata in Francia che consente il matrimonio anche a persone dello stesso sesso.

Da admin Il 24/05/2013 17:57
Poche ore fa si è concluso il "Maggio della Memoria". In queste settimane Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Peppino Impastato hanno imperversato su facebùk e tuitter, hanno fatto capolino anche in tivù. Fino a ieri. Domani non troverete più nulla sui giornali, non vedrete più nulla alla televisione. Perché il "Maggio della Memoria" è finito. Le sfilate si son concluse, le coscienze si son sciacquate, le lacrime je scurt. Anzi, forse qualcosa domani vedrete. Perché domani ci sarà il funerale di Andrea Gallo, il pazzo eretico di Genova che è morto l'altro giorno. Vi racconteranno la sfilata dei uips al suo funerale, forse si commuoverà anche Mons. Bagnasco, il Grande Capo dei Vescovi Italiani che lo sgridava sempre ma che in fondo gli voleva bene.
Da admin Il 22/05/2013 18:15

di Alessio Di Florio il Abruzzo

Tout se tient. Nei giorni scorsi due importanti notizie di cronaca giudiziaria, tra i fili della Storia e delle sue vicende, avrebbero dovuto riportare all’Abruzzo. Ma quasi nessuno sembra essersene accorto, come se (ancora una volta) gli intrecci tra la mafia e il nostro territorio fossero invisibili.   Il 16 maggio la Procura di Palermo dispone l’arresto di 34 persone, tra cui Gianni Lapis. Vengono ampiamente citate le vicende di alcuni anni fa, con l’accusa rivolta al professionista palermitano di essere stato il prestanome di Massimo Ciancimino nel riciclaggio del tesoro del padre Vito, ex sindaco di Palermo.

Da admin Il 07/05/2013 23:03

di Alessio Di Florio ("Rita Atria" Abruzzo)

L'unica vera memoria rispettosa è il pretendere giustizia, lo svelare i meccanismi del Potere, con nomi, cognomi, trame, denunciando e mai tacendo. Peppino non è un santo per laici altari, è un fuoco che deve arderci dentro.


"Credo che questo sia un momento in cui si debba ascoltare e cercare di capire le realtà, poi arriverà il tempo della parola". Queste parole sono state pronunciate il 4 Maggio dal neoministro Bray a L'Aquila, in occasione della marcia degli "storici dell'arte". 
Da admin Il 08/04/2013 22:43

di  Alessio Di Florio

La memoria corre contro il vento del tempo e torna a quei maledetti momenti. Ma non si ferma solo lì. Sarebbe ingiusto, crudele, ipocrita, un partecipare ad un nuovo assassinio de L’Aquila e dei 309 morti. La memoria non può che avere molte altre tappe. Perché nel tornare indietro inciampa nelle tendopoli che per mesi e mesi ingabbiarono gli aquilani, nella scelta deliberata di impedire loro ogni attività sociale, di recluderli nelle loro tende, impendendo loro di essere comunità. Furono i mesi definiti dall’Abruzzo Social Forum di un “colpo di stato strisciante”, della totale “militarizzazione”. 

Da admin Il 28/03/2013 20:34
“No alla deriva petrolifera, Sì all'Abruzzo sostenibile”

Decine di organizzazioni, comitati e movimenti lanciano l'appello per la manifestazione regionale del 13 aprile contro i progetti di sfruttamento degli idrocarburi e per la tutela del mare e del territorio.

“No alla deriva petrolifera, Sì all'Abruzzo sostenibile e alla tutela del suo mare” decine di organizzazioni, comitati e movimenti hanno lanciato l'appello per la partecipazione alla manifestazione regionale che si terrà il prossimo sabato 13 aprile 2013 a Pescara con partenza alle ore 15:30 dalla Madonnina al Porto. La scelta del luogo di partenza è altamente simbolica perché sotto attacco è il Mare Adriatico.


Da admin Il 28/03/2013 16:02

"Turbativa d’asta per gravi violazioni alle normative disciplinanti gli appalti pubblici". Pochissime parole in uno scarno comunicato della Guardia di Finanza piombato stamattina nelle redazioni abruzzesi. La cronaca giudiziaria irrompe nuovamente nella storia infinita del dragaggio del porto di Pescara.

Da admin Il 15/03/2013 16:15

L'Associazione Antimafie Rita Atria e PeaceLink Abruzzo in questi anni hanno unito la propria voce alle mobilitazioni di associazioni, comitati, movimenti, cittadini ed istituzioni in difesa dell'Abruzzo e dell'Adriatico dalle tantissime minacce che incombono. Tra queste, una delle maggiori è la "deriva petrolifera": non più tardi di qualche settimana fa destò moltissima preoccupazione un "allarme sversamento idrocarburi" al largo di Vasto e Termoli, ora torna ad incombere l'arrivo di Ombrina Mare 2 ...

Da admin Il 19/02/2013 10:48

L'Associazione Antimafie "Rita Atria" da sempre antifascista lancia l'allarme contro l'escalation neofascista e s'impegnerà per contrastarla, insieme a tutte le formazioni democratiche e antifasciste. In Abruzzo e in tutta Italia.

L'Associazione Antimafie "Rita Atria" da sempre ha nell'antifascismo e nella difesa della democrazia i capisaldi della propria azione e degli ideali a cui si ispira. Una sincera e democratica lotta alle mafie e agli orrori di Stato non può esimersi dalla denuncia e dalla mobilitazione contro i neofascismi, che nella Storia repubblicana italiana (non dimentichiamolo mai!) sono stati anche manovalanza, alleati e saldatura tra organizzazioni criminali e "pezzi eversivi" dello Stato.

Da admin Il 14/02/2013 23:01
Un altro anno è passato e il Parco Nazionale della Costa Teatina non è ancora diventato realtà. Con l'augurio che sia l'ultimo...

14 Febbraio. Il giorno dedicato agli Innamorati e all'Amore. In un mondo sempre più preda della banalità e dello "scontato", una giornata in cui rimettere al centro i sentimenti più veri, autentici, puliti.

Troppo spesso considerati, appunto, scontati o lasciati aridamente sullo sfondo. Il giorno in cui esprimere quel che vive nel profondo dell'Animo e del Cuore. Ma cosa accade se quei sentimenti sono schiacciati, perseguitati, impediti. Cosa accade se il sentimento più profondo non può sbocciare e la sua espressione ostacolata?

Da admin Il 03/02/2013 22:35
Pubblichiamo il volantino dell'associazione lavoratori senegalesi e del coordinamento migranti CGIL che convoca il PRESIDIO-FESTA PRESSO IL MERCATINO DELL'AREA DI RISULTA:una doverosa risposta alla manifestazione anti-immigrati indetta dall'organizzazione neofascista Forza Nuova.
Invitiamo tutti i cittadini e le cittadine che ripudiano xenofobia, razzismo e fascismo a ritrovarci al mercatino dove vogliamo manifestare il rapporto ormai consolidato di solidarietà e amicizia che lega i pescaresi alla comunità senegalese.
Non vogliamo manifestare contro, ma per i valori che sono alla base della Costituzione repubblicana.
Abbiamo preannunciato alla Questura che vogliamo che domenica mattina sia una giornata di festa, musica e di allegria: per questo abbiamo invitato artisti e dj. Risponderemo con le vibrazioni positive della musica reggae e africana a chi predica l'intolleranza.

l'Associazione Antimafie "Rita Atria", con il suo presidio abruzzese ha aderito all'iniziativa.

Da admin Il 07/11/2012 08:34
I privati consolidano i loro monopoli, l'illegalità si diffonde mentre la gestione pubblica è un'emergenza continua...
La gestione del ciclo dei rifiuti è da sempre terreno privilegiato di caccia per le cricche criminali. L'Abruzzo, da moltissimi anni, non è esente, anzi vi imperversano cricche e comitati d'affari che perseguono interessi privatistici e criminali, spesso nella connivenza (quando non nel protagonismo diretto!) di chi dovrebbe difendere l'interesse pubblico. Un'interesse pubblico straziato e dilaniato da una gestione sempre più al collasso e che lascia praterie immense all'illecito. Il dossier "Vent'anni di Sodoma", realizzato da PeaceLink Abruzzo e dall'Associazione Antimafie Rita Atria

nel settembre 2011, riportava 29 capitoli di inchieste giudiziarie, impianti gestiti in maniera del tutto arbitraria e non corretta, traffici nazionali e internazionali di rifiuti urbani, speciali o industriali (come ben ha evidenziato la trasmissione "Blu Notte" di Carlo Lucarelli alcune settimane fa l'Abruzzo ne è uno dei crocevia), discariche abusive. [...]

Da admin Il 24/10/2012 13:00
[...] PeaceLink Abruzzo e l'Associazione Antimafie Rita Atria l'anno scorso avevano lanciato un fortissimo grido d'allarme dopo la devastante alluvione ligure e toscana, "una cartolina anche per l'Abruzzo" che "dimostra quanto la scelleratezza e la devastante speculazione possano distruggere un territorio

". E' passato un altro anno e la cronaca, così come si denunciava già nel dossier del dicembre 2010, ci racconta come si continua sempre a favorire la cementificazione e un'edilizia totalmente incontrollata.[...]

Da admin Il 18/10/2012 15:12
Ogni vittima ha il volto di Abele

Appello del Centro di Ricerca per la Pace di Viterbo, del Movimento Nonviolento, dell'Associazione Antimafie Rita Atria e di PeaceLink - Telematica per la Pace 

Proponiamo che il 4 novembre si realizzino in tutte le citta' d'Italia commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre, commemorazioni che siano anche solenne impegno contro tutte le guerre e le violenze. Affinche' il 4 novembre, anniversario della fine dell'"inutile strage" della prima guerra mondiale, cessi di essere il giorno in cui i poteri assassini irridono gli assassinati, e diventi invece il giorno in cui nel ricordo degli esseri umani defunti vittime delle guerre gli esseri umani viventi esprimono, rinnovano, inverano l'impegno affinche' non ci siano mai piu' guerre, mai piu' uccisioni, mai piu' persecuzioni.

Da admin Il 12/09/2012 11:29

[...]Se, come afferma lo scrittore Eduardo Galeano, "siamo tutti incamminati verso una terra nuova, dove saremo compatrioti e contemporanei di tutti coloro che hanno desiderio di bellezza"  Zona22 è il nostro cammino, è la punta avanzata del cammino comune. Zona22 è il sogno che camminando insieme sta diventando realtà. E la forza dei sogni, una volta che ne abbiamo acquistato la consapevolezza ed hanno vibrato nelle corde più profonde del nostro cuore, farà si che sarà impossibile rubarli o schiacciarli o soffocarli... [...]

Da admin Il 22/08/2012 09:54

Zona22 non dev'essere sgomberata, deve fiorire ovunque

La settimana scorsa i carabinieri hanno identificato e denunciato alcune persone per l'occupazione dell'ex stazione di San Vito. Era il primo passo dello sgombero, dopo la protesta delle attiviste e degli attivisti, sostenuti da moltissim* cittadin* si è aperto un tavolo con l'Amministrazione Comunale dal quale sembra possa uscire l'assegnazione legale a Zona22 degli spazi.

Da admin Il 12/04/2012 16:00
Sono bastati pochissimi giorni perché la mobilitazione, lanciata da Augusto De Sanctis del WWF e dal consigliere regionale di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo (che, disponibilissimo ed efficientissimo come sempre, è riuscito immediatamente a mettere a disposizione di associazioni e movimenti la convocazione della Commissione VIA), prendesse corpo e centinaia di persone da tutta la Regione decidessero di raggiungere L’Aquila per la doppia convocazione(10 e 11 aprile) della Commissione VIA, chiamata a decidere su progetti come l’impianto rifiuti pericolosi  (così come riportato nel sito della Regione Abruzzo nei mesi scorsi) nei pressi della Riserva di Punta Aderci e l’impianto di estrazione gas sul Lago di Bomba.
Da admin Il 11/02/2012 16:34
Dopo la pubblicazione avvenuta il 4 febbraio ci sono stati vari avvenimenti, di cui è doveroso prendere nota: è stata presentata la Relazione sulle attività 2011 della Procura Antimafia de L'Aquila. Riportiamo uno stralcio delle dichiarazioni del procuratore Alfredo Rossini, che disegna la mappa completa delle presenze criminali e mafiose in Abruzzo
Da admin Il 04/02/2012 11:33

di Alessio di Florio

Le mafie tentano di consolidarsi e allungano tentacoli ovunque, mentre la corruzione dilania la gestione della cosa pubblica. Le inchieste della magistratura confermano e documentano i timori e le denunce di questi ultimi anni di PeaceLink Abruzzo e Ass. Antimafie Rita Atria.

Da admin Il 17/01/2012 10:31

DECINE DI ASSOCIAZIONI E COMITATI: PERCHE' SI VUOLE TENERLI ALL'OSCURO CONTRO TRASPARENZA E MERITOCRAZIA? 

Le nuove norme sulla Valutazione di Impatto Ambientale prevedono newsletter per i cittadini, progetti da consultare via WEB, istruttorie fatte da funzionari esperti che hanno pubblicazioni nelle materie, controlli a campione per tutelare salute e ambiente.   Falso l'aggravio delle spese, non si vuole la meritocrazia in Regione e tra le aziende?

Da admin Il 22/12/2011 15:13
Un anno dopo il ritrovamento di 21 migranti alla stazione di Vasto San Salvo, il pensiero, la riflessione e l'augurio per Natale delle ns. associazioni va a loro.
Da admin Il 04/12/2011 01:24

di Alessio di Florio (Ass. Rita Atria Abruzzo)

In Abruzzo le mafie esistono. E investono. Soltanto una forte consapevolezza e opposizione sociale e civile possono salvare e riscattare

Da admin Il 21/11/2011 17:34
La Città di Vasto, a pochi passi dalla Riserva Naturale Regionale di Punta Aderci (uno dei punti più importanti del costituendo Parco Nazionale della Costa Teatina), sta subendo un'aggressione terribile e devastante da parte di chi, in nome dei suoi profitti personali, vuol mettere a repentaglio il territorio e la salute dei cittadini.[...]
Da admin Il 08/11/2011 23:46

di Alessio di Florio (ref. "Rita Atria" Abruzzo)

La tragedia dei giorni scorsi in Liguria ancora una volta dimostra quanto la scelleratezza e la devastante speculazione possano distruggere un territorio. Un anno dopo il dossier "Stanno svendendo il futuro al cemento e alla speculazione" la situazione abruzzese continua a degradare.

... in primo piano

Intervento di Nadia Furnari al Parlamento Europeo nell'ambito dell'iniziativa organizzata da EFDD

Tutti gli interventi all'indirizzo: https://www.youtube.com/watch?t=8105&v=GzrezGJauWU

Verità e Giustizia per Sandro Marcucci ...

"Finche’ il sangue dei figli degli altri varrà meno del sangue dei nostri figli, fin quando il dolore degli altri per la morte dei loro figli, varrà meno del nostro dolore per la morte dei nostri figli, ci sarà sempre qualcuno che potrà organizzare stragi in piazze, banche o stazioni, su treni o su aerei, con bombe o missili, con la certezza di rimanere impunito."

Sandro Marcucci
 

"Con le nostre storie e con il nostro impegno... dobbiamo avvicinarci agli altri..."


20 Anni: 1994 - 2014

Il Ventennale a Milazzo ...
prossima tappa in autunno a Bari


 


 

Memoria Attiva (WITKO)
pensato e scritto per i 20 anni
dell'Associazione Antimafie "Rita Atria"

Noi non siamo l'individuo medio metropolitano 
Giustizieri parolieri 
Da un comodo divano 
Noi pensiamo che giustizia 
Sia una parola amica 
Che contiene in se il rispetto e il suono alto della vita 
il suono alto della vita
Siamo nati da vent'anni e portiamo un nome buono 
Una lacrima di rabbia 
E speranza dentro al cuore 
speranza fa rumore 

E avanti
a mani nude
E pugni chiusi
Senza avere paura

Avanti
La verità non sa morire
Avanti
Il mondo è fatto per cambiare
E' mio

 I nostri passi fuori dai cancelli americani 
Sono un no deciso e secco 
Come i calli delle mani 
A macchine di morte a segreti senza fine 
Alle prese per il culo di cent'anni di regime 
Il pesce puzza sempre dalla testa e quell’odore 
Anche se cambi l'aria 
La puzza non si muove 
Se il pesce resta al sole


E avanti
a mani nude
E pugni chiusi
Senza avere paura
Avanti
La verità non sa morire
Avanti
Il mondo è fatto per cambiare
è anche mio
 

Grazie a questa gente
Che condivide il senso
Che esiste un mondo nuovo
A volerlo fino in fondo
Puoi cercarci nelle piazze
Al di fuori dei palazzi
Dove mischiano le carte
E la chiamano la legge
Puoi cercarci nei quartieri
Dove brucia la speranza
Dove è scritto no alle mafie
Dove è scritto
Resistenza 
Dove è scritto
Resistenza 


Io non ho paura
Di aver paura
Io non ho paura 
Di aver paura

Io non ho paura 





"Rita Atria" - Primo Piano

Bari: il Melograno della legalità rubato...
ripiantato in meno di 48 ore

Alla nostra Associazione il premio Parmaliana

La bellezza contro la mafia

 
                                   
   

Facebook

Radiazione Ciancarella - Firma falsa Pertini

Radiazione Ciancarella firma falsa

Rita Atria a Teatro...

Una collaborazione con A.C. immaginARTE di Stefania Mulè

Stefania Mulè - Teatro Rita Atria Stefania Noce

"E' una delle più belle manifestazioni di ricordo e di lotta e di richiesta di verità e giustizia a cui io abbia mai partecipato. Siete stati veramente bravi ma non solo bravi.Ci vuole anima ci vuole cuore, ci vuole passione per fare quello che avete fatto"

Franca Imbergamo (Distrettuale Nazionale Antimafia - Roma)

Album 4 aprile 2015

Nadia Furnari
Le altre foto su Facebook, fonte:

...

Siamo un'associazione completamente autofinanziata

Associazione Antimafie "Rita Atria"
C.F. 92020250830
BANCA NUOVA FILIALE MILAZZO

IBAN: IT23J0513282291870570232673

Per Pagamento con PayPal

Sandro Marcucci

Aspetta Giustizia dal 2 febbraio 1992


Rita Atria

Rita Atria

Informazione di Frontiera

Casablanca


YouTube

Rita Atria YouTube Channel

Ustica: Telejato intervista il Cap. Ciancarella 1/2


Ustica: Telejato intervista il Cap. Ciancarella 2/2